Rimozione dei tatuaggi con il laser

chirurgia-estetica-milano-dr-umberto-napoli-rimozione-tatuaggiIn passato, i tatuaggi venivano rimossi attraverso la dermoabrasione. Il principale problema legato alla rimozione o cancellazione di un tatuaggio, era rappresentato dalle cicatrici che questa metodica, praticata meccanicamente o attraverso il laser CO2, lasciava sul corpo

Oggi, il laser Q-switched è il laser piu' rappresentativo per la rimozione dei tatuaggi

Questo laser agisce attraverso l'emissione di una luce con impulsi molto potenti ma di brevissima durata, inferiore ai 10 ns. L'emissione di un fascio laser cosi potente ma diffuso in tempi così brevi permette di limitare l'effetto termico al solo bersaglio da colpire. In questo modo non vengono interessati i tessuti adiacenti. L'effetto risultante consiste nella distruzione delle cellule che contengono il pigmento del tattoo, ottenendo cosi il riassorbimento tramite il sistema linfodrenante

Perché, pero', questo processo oltre che efficiente sia efficace, è necessario che il fascio laser abbia una lunghezza d'onda tale da essere assorbito dal colore del tatuaggio. Il numero di sedute può essere variabile: 5-6 sedute nel caso di un tatuaggio professionale, 3-4 sedute nel caso di un tatuaggio amatoriale; il diverso numero di sedute necessarie dipende dalla qualità dell'inchiostro ma anche dalla profondità di inoculazione del pigmento a livello del derma e dal colore del pigmento. Il pigmento nero, e piu' in generale i pigmenti scuri, vengono rimossi con maggiore facilita' rispetto ai pigmenti colorati. Il trattamento produce un fastidio sulla cute di entità moderata, ma comunque ben sopportabile dalla maggior parte dei pazienti

E' importante depilare la zona da trattare e, poiche' si agisce sul pigmento cutaneo, fare in modo che la pelle non sia abbronzata. Infatti la melanina, responsabile dell'abbronzatura, si localizza al di sopra del piano dermico che contiene il pigmento. Quindi, perche l'azione del laser possa esplicarsi a livello del pigmento e non della melanina, è necessaria che questa sia ai livelli più bassi possibili

Una volta eseguito il trattamento, il paziente può riprendere le normali attività quotidiane; può persistere un lieve indolenzimento con edema locale che può essere agevolmente risolto con il ghiaccio nell'immediato e con una crema idratante nei giorni successivi

Il decalogo della chirurgia estetica

chirurgia-estetica-milano-dr-umberto-decalogo-chirurgiaL'Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) ha messo a punto un vademecum per aiutare i pazienti nella scelta del medico a cui affidarsi per effettuare interventi di chirurgia estetica
In Italia diversi medici offrono prestazioni Leggi tutto..